Ciclomotori e minicar

lucagra86

New Member
14 Maggio 2010
681
0
1. Posso guidare un ciclomotore se sono maggiorenne?

Anche se si è raggiunta la maggiore età , se non si è in possesso di patente di guida non è consentito guidare ciclomotori. Bisogna conseguire il Certificato di idoneità  alla guida (il cosiddetto Patentino).

Se si è diventati maggiorenni prima del 1° ottobre 2005 non è necessario sostenere un esame, ma è obbligatorio effettuare un corso specifico presso un'autoscuola. Poi si deve andare presso un ufficio della motorizzazione e seguire la procedura che prevede di:

"¢ presentare l'attestato di frequenza del corso presso un'autoscuola

"¢ compilare il modello TT 2112

"¢ attestare il versamento di € 9,00 sul cc 9001 e di € 29,24 sul cc 4028 (bollettini prestampati in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione)

"¢ fino al 30 settembre 2009: presentare un certificato medico in bollo, con fotografia, rilasciato da una delle autorità  sanitarie previste dall'art. 119 del Codice della strada o da un medico di medicina generale, attestante condizioni psicofisiche di principio non ostative all'uso del ciclomotore

"¢ dal 1 ottobre 2009: presentare un certificato medico in bollo, con fotografia, rilasciato da una delle autorità  sanitarie previste dall'art. 119 del Codice della strada, attestante il possesso dei requisiti psicofisici richiesti per la patente di categoria A.

Se si è diventati maggiorenni dopo il 1° ottobre 2005 è invece necessario sostenere un esame presso un ufficio della motorizzazione, un'autoscuola (se presentati da questa) o presso un istituto scolastico (se si è frequentato un corso, anche se non obbligatorio).

Presso un ufficio della motorizzazione si deve attivare la seguente procedura:

"¢ compilare il modello TT 2112

"¢ attestare il versamento di € 15,00 sul cc 9001 e di due distinti versamenti di € 14,62 euro sul cc 4028 (bollettini prestampati in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione)

"¢ fino al 30 settembre 2009: presentare un certificato medico in bollo, con fotografia, rilasciato da una delle autorità  sanitarie previste dall'art. 119 del Codice della strada o da un medico di medicina generale, attestante condizioni psicofisiche di principio non ostative all'uso del ciclomotore

"¢ dal 1 ottobre 2009: presentare un certificato medico in bollo, con fotografia, rilasciato da una delle autorità  sanitarie previste dall'art. 119 del Codice della strada, attestante il possesso dei requisiti psicofisici richiesti per la patente di categoria A.

N.B. Importi, bollettini e modalità  di pagamento per Sicilia e province del Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia

2. Cosa devo fare per guidare un ciclomotore se sono minorenne?

Se non si hanno 18 anni e non si è in possesso di una patente di categoria A1 è indispensabile conseguire il patentino per il ciclomotore.

Si deve frequentare un idoneo corso, il corso può essere direttamente organizzato dall'istituto scolastico presso cui il ragazzo studia oppure ci si deve rivolgere ad un'autoscuola.

Dopo aver ottenuto l'attestato di frequenza del corso è possibile sostenere l'esame per prendere il patentino.

Se l'esame non viene superato immediatamente è possibile ripeterlo altre volte entro un anno dal rilascio dell'attestato di frequenza del corso effettuato.

3. Dove posso sostenere la prova di esame per conseguire il patentino ?

L'esame può essere sostenuto presso la scuola che ha organizzato il corso o, nel caso non fosse possibile, presso l'ufficio della motorizzazione.

Nel caso in cui ci si dovesse rivolgere ad un ufficio della motorizzazione, per sostenere l'esame bisogna presentare la seguente documentazione:

"¢ l'attestato di frequenza dell'apposito corso effettuato a scuola o in autoscuola

"¢ l'attestazione di versamento di € 15,00 sul cc 9001 e di due distinti versamenti di € 14,62 sul cc 4028 (bollettini prestampati in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione)

fino al 30 settembre 2009: presentare un certificato medico in bollo, con fotografia, rilasciato da una delle autorità  sanitarie previste dall'art. 119 del Codice della strada o da un medico di medicina generale, attestante condizioni psicofisiche di principio non ostative all'uso del ciclomotore

"¢ dal 1 ottobre 2009: presentare un certificato medico in bollo, con fotografia, rilasciato da una delle autorità  sanitarie previste dall'art. 119 del Codice della strada, attestante il possesso dei requisiti psicofisici richiesti per la patente di categoria A

"¢ Una copia del documento di identità , in corso di validità , del genitore che esercita la patria potestà  o del tutore, il quale firma la richiesta di ammissione all'esame.

N.B. Importi, bollettini e modalità  di pagamento per Sicilia e province del Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia





Importi, bollettini e modalità  di pagamento per Sicilia e province del Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia

Si rinvia alle indicazioni riportate nei siti web di queste amministrazioni: